IL SOLLEVAMENTO DEGLI ELETTI

di Teofilo il Siculo

 

Le più note rivelazioni private trattano del sollevamento o rapimento o trasporto in cielo degli eletti per indicare così la raccolta da parte degli angeli di tutti i cristiani accorti sparsi sul mondo per trasportarli da vivi e con il corpo fisico in una sezione dell’atmosfera.

In tal modo si preservano gli eletti dalla Tribolazione in atto sulla terra. Alla fine della Tribolazione e, quindi, dopo la purificazione dell’umanità e del creato di tutti coloro che hanno infranto la legge di Dio e l’ordine ambientale, gli eletti sollevati saranno riportati dagli angeli sulla Nuova Terra e Nuovi Cieli per popolare la Gerusalemme messianica.

L’inizio del sollevamento sarà dato dall’apparizione mondiale della Croce Gloriosa, perché segna la vittoria definitiva di Dio sul male degli uomini che hanno seguito la Bestia demoniaca, l’Anticristo, ed altresì la Croce invita coloro che hanno impresso nel cuore il segno di Dio ad incontrare Cristo-Sposo in Cielo in qualità di Chiesa-Sposa al tempo della sua prima grande Venuta gloriosa.

Il rapimento celeste degli eletti è uno sviluppo carismatico della dottrina paolina di 1Ts 4, 13-18 del sollevamento dei superstiti vivi sulle nubi nell’atmosfera al tempo della Parusia intermedia: “Noi crediamo infatti che Gesù è morto e risuscitato; così anche quelli che sono morti, Dio li radunerà per mezzo di Gesù insieme con lui. Questo vi diciamo sulla parola del Signore: noi che viviamo e saremo ancora in vita per la venuta del Signore, non avremo alcun vantaggio su quelli che sono morti. Perché il Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’arcangelo e al suono della tromba di Dio, discenderà dal cielo., prima, risorgeranno i morti in Cristo; quindi noi, i vivi, i superstiti, saremo rapiti insieme con loro tra le nuvole, per andare incontro al Signore nell’aria, e così saremo sempre con il Signore. Confortatevi dunque a vicenda con queste parole”.

Il segreto per appartenere alla schiera degli eletti sollevati in cielo è stato svelato dal Signore ad una mistica belga, Suor Beghe, per cui con una vita cristiana esemplare e due ore di preghiera coscienziosa si può sperare di incontrare lo Sposo celeste da viventi. Innumerevoli episodi della storia del cristianesimo indicano l’azione angelica nel trasporto di persone e cose da un luogo all’altro (p.e. la casa di Nazareth a Loreto). Nella mistica è noto il fenomeno della levitazione (p.e. san Giuseppe da Copertino, il santo dei voli), che può essere annoverato come prova analogica, insieme all’assunzione corporale di Elia e di Maria unitamente all’ascensione di Cristo risorto per l’inveramento del tema carismatico del sollevamento degli eletti.

 

 

 

 

 

RASSEGNA CARISMATICA SUL SOLLEVAMENTO DEGLI ELETTI

 a cura di Teofilo il Siculo

 

A.S., in L’Ora della verità, p. 8; mess. 25-10-1984:

“Le tenebre avanzano, ma le schiere della luce sono pronte ad intervenire...sono già tra voi...ecco voi le vedrete: come hai tempi di Noè salvai la sua stirpe per mezzo dell’Arca che egli costruì sotto la direzione di Dio, aiutato dagli angeli. Oggi che l’umanità si è estesa su tutta la faccia della terra, Io verrò in vostro soccorso: sarete sollevati, subirete la trasformazione, sarete trasportati in altro luogo. Ho preparato per voi...un piano di salvezza universale: gli angeli vi porranno in salvo...Quando vedrete la Croce di luce in cielo, siate pronti a seguire chi vi prevelerà come avvenne per Lot”.

 

E. G., mess. del novembre 1964:

“...E negli ultimi istanti voi strapperete le anime al maligno. Quella sarà la bufera ultima...perché poi avverrà la catastrofe che cambierà la faccia della terra: cieli nuovi, terre nuove spunteranno all’orizzonte. Ma voi le catastrofi non le vedrete, perché sarete sollevati fino a Me, corpo e anima, e avrete subito la mia grazia di trasformazione! Figlioli, attendete con ansia il grande segno della Croce che riscuoterà popoli e nazioni. Tanti piangeranno di gioia e tanti di disperazione! Quello sarà il segno che darà il via a tutto ciò che dovrà succedere per ultimo...Ecco, che vi ho aperto un altro lembo del velo oscuro, imminente, del vostro avvenire e dell’avvenire di tutti!”.

 

M. R., in L’Ora della verità, p. 3; mess. del 4-8-1984:

“Siate pronti e preparatevi alla Mia venuta che sarà possente, meravigliosa per i miei eletti. Essi verranno trasportati in cielo sulle nubi dai miei angeli e subiranno quella trasformazione gloriosa di cui vi ha parlato l’apostolo Paolo ((cfr. 1Tess 4,15-17 e 1Cor 15,51-53)”.

 

A. S., in L’Ora della verità, p. 16; mess. del 14-11-1984:

“...Recitando meravigliose preghiere alla Vergine Maria, sarete rapiti in cielo. Non tutti capiranno, ma i miei sì. Ed ecco che si solleverà un grande vento. Molta polvere si leverà. Molti crederanno a fenomeni atmosferici, ma così non sarà. Non meravigliatevi. Si scoperchieranno le case. Sì, ma i meritori atti di amore di molti, fermeranno le forze della natura. Ed ecco che in questo turbinio appariranno degli angeli annunciatori del grande evento. Molti crederanno che si tratti di una suggestione, ma suggestione non sarà”.

 

 

 

 

 

F.C.,  mess. Del 13-3-1974, La Francateologia, p. 187-188:

“Il sollevamento verrà presto. Verrà in tre riprese: prima i santi, poi i peccatori che hanno fatto penitenza, infine quelli che mi cercano urlando, all’ultimo momento. Verrete incontro alla Sposo che viene!”.

 

M. Sampair, mess. Comunicato dall’arcangelo Gabriele (1968-1970):

“...Essi saranno portati via in un posto sicuro, quando verrà la tribolazione... Molti periranno in questi ultimi giorni, ma nessun figlio di Maria si perderà. Noi sfuggiremo alla tribolazione, al terrore e alla disperazione con la nostra Santissima Madre che ci guida. Maria, Madre di Dio, lo ha promesso per tutti i suoi veri figli che indossano lo scapolare marrone e recitano il rosario. Vi è un posto preparato per voi da Maria...Dovete rimanere nelle vostre case finché Maria stessa verrà a condurvi a salvezza... Presto sarà il tempo di seguire la vostra Santissima Madre nel luogo sicuro preparato per voi...”.

 

A. S. Mes. Del 25-10-1984, L’Ora della verità, p. 5:

“Ora essi saranno sollevati verso l’alto e posti al Mio cospetto. Gesù vi dice che non è la fine del mondo, bensì l’inizio di una nuova epoca luminossisima, l’epoca dello Spirito Santo Dio, l’epoca della Luce, l’epoca dell’Amore”.

 

F. C. , mess. 27-2-1975, da La Francateologia, Magalini 1975, p. 197:

“Perché meravigliarsi del sollevamento? Forse che Io non sento i gemiti del mio popolo, dei miei innocenti che soffrono sparsi qua e là per il mondo? Non ho curato i miei innocenti che soffrivano ingiustamente in Egitto? E non li salvai? Ora siamo alla stessa stregua, ma sparso per tutto il mondo è il popolo che soffre. Lo trarrò dalla terra sollevandolo, così come escogitai miracolosamente di trarre fuori gli Ebrei dall’Egitto... Interverrò!”.

 

R.V., mess. del 23-5-74:

“Sarete anche voi avvolti nella nube come per Me, sia per arrivare al Padre, che per ritornare sulla terra... Tutto avverrà come per la mia Ascensione: chi va al Padre e resta per sempre e chi ritorna sulla terra...”.

 

E. G., mess. Del nov. 1969:

“...Nessuno di essi morirà prima della nuova era ed entreranno nel pianeta intitolato al nome della Madre nostra SS.ma, in quei giorni di tenebra e di ribellione e ne usciranno col corpo glorificato, come se fossero risuscitati ormai da morte. Essi, le catastrofi non le vedranno perché saranno sollevati fino a Me...”.

 

Dal libro Risorgerete, p.115:

“Questa prima e gloriosa Resurrezione, riguarda i scelti dal Padre, i figli che hanno già la loro anima, il loro spirito nella mia Gloria. Io sto per completare, perché la felicità non può essere se la gloria della loro resurrezione nella loro anima e nel loro spirito non è anche nel loro corpo. ...Sarete assai presto sollevati anche nel vostro corpo...”.

 

M. Sampair, mess. Dell’arcangelo Raffaele (1968-70):

 “Il Figlio di Dio, Gesù Cristo, ritornerà sulla terra e riunirà i suoi che vivranno con Lui per sempre. I buoni che furono segnati e sopravvissero alla tribolazione con l’aiuto di Maria saranno sollevati per incontrarLo sulle nuvole... Quelli che morirono piuttosto che prendere il segno della bestia risorgeranno: essi i soli segnati regneranno con Gesù per mille anni di pace (cfr. Ap. 19).

 

Le profezie di Suor Beghe confermano anche il particolare di cui parla san Paolo nella 1Ts 4,14 ss., del sollevamento dei superstiti vivi sulle nubi nell’atmosfera, fino al riassestamento della terra, per poi ridiscendere sul globo terrestre purificato dall’azione angelica e formare così la nuova Chiesa del terzo millennio. Il fenomeno del sollevamento non è un concetto nuovo nelle Sacre Scritture: Elia ed Enoch furono trasportati in cielo come anche nel Nuovo Testamento due furono le persone che andarono con il corpo in cielo: Gesù Risorto e la Santissima Vergine. Non dimentichiamo di sottolineare che nella storia della mistica sono centinaia i santi e carismatici che hanno avuto il fenomeno del sollevamento, meglio conosciuto con il termine levitazione. Il fenomeno della levitazione rispetto al sollevamento è più limitato nel tempo, ma appartiene allo stesso ordine, tale che si può annoverare come fonte fattuale per inverare criticamente l’asserto profetico del sollevamento dei giusti.

 

Importantissimo è la rivelazione del <segreto> per appartenere al numero degli eletti sollevati vivi in cielo.

 

25-11-1987

Gesù a suor Beghe:

“E ora sto per svelare un segreto ai Miei bambini: voi non morrete se prenderete la decisione - e la metterete in pratica - di pregare coscienziosamente due ore al giorno. E la vostra preghiera si innalzerà verso la Santissima Trinità e Ella l’ascolterà. Ella vi prenderà sul Suo Seno nel momento in cui la terra sarà diventata inabitabile e non vi restituirà alla terra, che quando sarà stata purificata e resa di nuovo abitabile. Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo si faranno anche conoscere, ma Ella conserverà sempre il Suo Mistero perché la natura umana non potrà comprenderla senza morirne. Ecco il segreto che voglio far conoscere ai Miei bambini. Io non l’ho mai annunciato in maniera così chiara ed esplicita, sebbene alcuni Miei bambini l’abbiano compreso meditando o leggendo i rendiconti di queste meditazioni. Ora lo dico ufficialmente, perché i Miei bambini devono prepararsi con una preghiera fervente a vivere degli avvenimenti che sarebbero loro mortali, se non ricevessero la protezione divina per sopravvivere. La Mia Potenza può proteggere o annientare; ella proteggerà ed ella annienterà, ma siete voi, bambini Miei, che farete la scelta. Siete voi che potete scegliere, da adesso, di far parte del popolo della Chiesa di Filadelfia o di non farne parte. Siete voi, bambini Miei, che determinerete la scelta del vostro Dio, ed è perché la scelta sarà stata vostra che Mi piacerà tanto. E dirò ancora che coloro che morranno, quando avranno risposto al Mio richiamo alla preghiera, saranno immediatamente trasportati in Cielo dagli angeli e là essi godranno una gioia talmente ineffabile che non proveranno nessun dispiacere per la loro sorte” ( Suor Beghe, Comunicazioni dall’Aldilà, E. Segno, Udine1994, p. 61).

 

Da Opera scritta dalla Divina Sapienza per gli eletti degli ultimi tempi

per i messaggi dal ‘98 al ‘99 : http://messaggidivinasapien.freeweb.org

per i messaggi dal ‘92 al ‘98: http://freeweb.org/religioni/sapienza

messaggio sul SOLLEVAMENTO DEGLI ELETTI del 10-10-1999:

Gesù. “Amati, Mi verrete incontro tra le nubi del Cielo, felici, esultanti: Io vi trasformerò in un attimo e sarete simili a Me. Siate tutti pronti, non fatevi cogliere impreparati, cogliete l’istante, vivete come se ogni giorno fosse l’ultimo...Amata sposa (riferendosi alla veggente italiana), leggete bene e meditate le Mie Parole attraverso quelle che dice Paolo, il Mio fedele strumento d’Amore che ora è qui nella più grande felicità accanto a Me. Per ogni anima fedele ci sarà una grande, immediata, profonda trasformazione, avverrà in un istante; il processo cominciato per scelta libera, continuerà per Mio Dono, per Mio sublime Dono e l’anima diverrà libera, libera completamente da ogni genere di schiavitù. Amata sposa, leggo nel tuo cuore l’immensa gioia di sentire queste Mie Parole; l’attimo che Paolo preannunciò non era per i suoi tempi ma per i vostri tempi; il sogno accarezzato da questo Mio figlio prediletto, lo vivranno alcuni di questo tempo e le Mie Promesse per loro avranno pieno compimento”(cfr 1 Ts 4, 13-18).