SUL TRIONFO DI MARIA NEL 2000.

CONFERMA SOPRANNATURALE DI J.N.S.R.

E RIFLESSIONI TEOLOGICHE DI DON GOBBI

di Antonio Norrito (31.3.2002),

 

Uno dei messaggi profetici più controversi ricevuti da  Don Stefano Gobbi , quello relativo alla data del  trionfo del Cuore Immacolato di Maria (vedi messaggio della Beata Vergine Maria per mezzo di don Gobbi del 5.12.1994), ampiamente trattato dagli Editoriali nella rivista Il Segno del Soprannaturale, ed anche dai miei articoli e dagli articoli di Guido Landolina per tutto l’anno 2001 ha avuto una soluzione, diremo noi carismatica, giacché la veggente francese J.N.S.R., ha ricevuto un messaggio da parte della Madonna dove si può riscontrare una conferma del suo trionfo dato, secondo la rivelazione di Don Gobbi, per il 2000 nel cuore degli eletti. Si tratta, dunque, dell’inizio del trionfo, che avrà il suo compimento con la venuta intermedia di Gesù. Leggiamo nell’ultimo volume di J.N.S.R., Testimoni della Croce. Atti degli apostoli, vol. 4, parte seconda. Umanità straziata. La Vergine Immacolata viene a partorirti nella sua Perfetta Purezza. E l’uomo sarà glorificato, Edizioni Segno 2002, la veggente francese conferma la profezia mariana ricevuta da  Don Gobbi sulla vittoria del Cuore Immacolato di Maria per il 2000, che tanti fedeli del Movimento Sacerdotale, non hanno visto e per ciò, a torto, hanno contestato la validità profetica del sacerdote. Secondo il messaggio ricevuto da J.N.S.R.. il 18 febbraio 2001, la Madonna dice: ”Il Mio Trionfo è avvenuto il giorno della Festa dei Santi Innocenti Martiri, il 28 dicembre 2000 nell’Anno Giubilare” (p. 63 del libro suddetto). Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria profetizzato a Fatima è, quindi, iniziato nei cuori degli eletti e si manifesterà (2) con la venuta gloriosa di Cristo risorto come afferma un noto messaggio mariano ricevuto da  don Gobbi: ”Anche in questa seconda venuta il Figlio verrà a voi attraverso sua Madre. Come del mio seno verginale il Verbo del Padre si è servito per giungere fino a voi, così del mio Cuore Immacolato Gesù si servirà per giungere a regnare fra voi”. Che si tratta della venuta intermedia lo si intende da quanto la Madonna annuncia poco prima quando afferma: ” Simile alla prima sarà la sua seconda venuta, figli prediletti. Come la sua nascita in questa Notte, sarà il ritorno di Gesù nella gloria, prima della sua ultima venuta per il Giudizio finale, la cui ora è invece ancora nascosta nei segreti del Padre” (messaggio del 24 dicembre 1978, in Ai Sacerdoti, figli prediletti della Madonna, pp. 281).

Crediamo, dunque, che i messaggi della Madonna per mezzo di don Gobbi si possono ben intendere alla luce dei nuovi messaggi celesti che riceve quasi quotidianamente J.N.S.R., di cui raccomando la lettura a tutti coloro che vogliono accogliere con viva fede e con gioia il Cristo che ritorna.

NOTE:

(1)              Il Messaggio a cui si riferisce è quello della Beata Vergine Maria per mezzo di don Stefano Gobbi del 5 .12.1994, il quale verso la fine dice : “ ti confermo che per il grande giubileo del duemila avverra’ il trionfo del mio cuore immacolato, che vi ho predetto a Fatima ed esso si realizzera’ con il Ritorno di Gesu’ nella gloria, per instaurarre il suo Regno nel mondo”.

(2)              Come ha ben inteso Antonio Norrito, il TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA e’ già avvenuto a livello spirituale nel cuore degli eletti il 28 dicembre 2000. Non si doveva, quindi, pensare all’anno giubilare come tempo di realizzazione del trionfo di Maria nel  Ritorno di Gesù nella Gloria , cioè nella Venuta Intermedia di Gesù. La Beata Vergine Maria   parla di un Trionfo nel cuore degli eletti (come inizio) durante il Giubileo e poi di un compimento che “ si realizzerà”. Tra l’inizio e il compimento, nei piani di Dio, c’è sempre uno tempo di sviluppo. Nei messaggi della Beata Vergine Maria per mezzo di don Gobbi, come è ampiamente illustrato nel libro “GESU’ RISORTO STA PER TORNARE” (vedi sul sito internet :  http://digilander.iol.it/maranathadgl/) a pag. 40 si dice  che: “Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria coinciderà con la Venuta Intermedia di Gesù”.

RIFLESSIONI DI DON STEFANO GOBBI A COLLEVALENZA:

 

Prima ancora dell’articolo di Antonio Norrito e ancor prima che fosse pubblicato il libro di  JNSR, Don Stefano Gobbi negli Esercizi Spirituali a Collevalenza  dal 24-30 giugno 2001, nella meditazione del 25 giugno 2001 già aveva dato una interpretazione spirituale del messaggio suddetto riguardante il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, collocandola inizialmente nel cuore degli eletti.

Infatti dalla registrazione di quella meditazione si evince che  D. Gobbi  disse a proposito del messaggio del 5.12.1994 (trascriviamo qui  parte di quella meditazione):

“..Questa frase (vedi messaggio 5.12.1994: “…Ti confermo…”) è stata  interpretata secondo il suo significato letterale….  Secondo il significato letterale:   per il Giubileo deve venire il trionfo con il Ritorno di Gesù  nella Gloria. Io stesso davo molto rilievo al Giubileo, a parte questo messaggio, se vi ricordate, io in tutto il mondo dicevo:- la Madonna deve realizzarlo perché ho detto che verrà in questo Giubileo e se non avverrà io non potrò più andare in giro se non per raccogliere una brutta figura a livello mondiale. Vi ricordate che io spesso nei Cenacoli dicevo così, perché anch’io ero spinto a dare questa interpretazione. Secondo  questa interpretazione il Trionfo non è avvenuto, noi ora siamo nel 2001 e vediamo che sul piano della Chiesa e dell’umanità non è cambiato niente. Pertanto, avendo dato una interpretazione letterale sembra che il messaggio abbia offerto una indicazione errata sul trionfo di Maria. Allora la prima cosa che mi domando: ma forse, l’interpretazione letterale era quella che la Madonna  voleva da noi e che indicava in questo messaggio o forse è sottinteso qualcosa che è  molto più grande di quello che è l’interpretazione letterale, per cui, in parte si è realizzata , ma in parte no, perché come dice questa frase, il messaggio è molto più profondo  e molto più grande di quello che vuol dire nella sua espressione letterale. Perché chi ha accettato questa interpretazione letterale, è arrivato a fare un giudizio con il quale ha messo in forse tutto il contenuto dei messaggi.

 Mi ricordo che proprio alcuni preti del Movimento, senza fare nomi, specialmente quello di un responsabile regionale di una regione d’Italia con il quale per 25 anni sono andato a fare i cenacoli regionali in quella regione, che per questa frase ha detto:- allora va in crisi tutto il libro dei messaggi, perché non si è realizzata la profezia del trionfo del cuore di Maria. Mi ricordo inoltre di un  mio confratello tedesco, che anno scorso diceva: ‘Io aspetto  il 6 gennaio 2001, e se per il 6 gennaio non arriva il Trionfo di Maria con il Ritorno di Gesù nella Gloria, butto il libro nel cestino’.

E molti altri sacerdoti si sono trovati di fronte a questo atteggiamento. Ma io dico questo, di fronte a una luce, che la Madonna vuol darci, quello che il Signore attraverso la Madonna  vuol dirci, questa interpretazione letterale è la più esatta?  E’ invece la meno esatta.  Prima di tutto perché ci porta ad una sola interpretazione, seguendo  un criterio solamente  di questa nostra intelligenza, la quale viene scalfita da un certo senso di superbia, per cui noi diventiamo  giudici di quanto qui dice.  Allora diciamo:- non è avvenuto il trionfo di Maria, al posto di dire:- perché non è avvenuto?, diciamo subito:- non è avvenuto, dunque niente vero e ci mettiamo in una situazione di giudizio portati da uno spirito di superbia. Noi anzitutto per interpretare bene  questa frase  e capire tutto il profondo senso che contiene, dobbiamo invocare lo Spirito Santo; illuminati dallo Spirito della Sapienza e accostarci a questa frase con quello spirito di umile apertura del disegno di Dio, con cui si è sempre aperta la Nostra Mamma Celeste. Fratelli carissimi, vi porto un esempio che è per tutti comprensibile. Al momento dell’Annunciazione, cosa dice l’Angelo :-“Non temere Maria, quello che avverrà in Te sarà opera dello Spirito Santo, Colui che nascerà da Te sarà  il Figlio di Dio, regnerà sul trono di Davide, il Suo Regno non avrà fine”.

Maria accoglie nel Suo Cuore queste Parole e dà il Suo assenso : -“Sia fatta di Me secondo la Tua Parola”. Allora noi vediamo come Maria dice di sì a questo disegno di Dio, vi aderisce  con umiltà accettando queste Parole, accogliendole nel Cuore e cercando di viverLe. E poi cosa succede, se avesse dato Lei una interpretazione letterale a queste  Parole, cosa sarebbe successo? Gesù nasce in una Grotta, deve andare in esilio perché perseguitato, vive per trent’anni nella piccola casa di  Nazareth, lo vede crescere nel ritmo della Sua adolescenza, si fa giovane, bello, chino al lavoro di ogni giorno, aiuta Giuseppe a lavorare in una casa nascosta per trent’anni, per tutta la sua giovinezza. Se la Madonna avesse dovuto dare una interpretazione letterale a quelle Parole dell’Angelo, diceva:- L’Angelo mi ha detto se tu devi sedere sul Trono di Davide, allora  o tu siedi  sul Trono di Davide,  sei qui a fare l’operaio nascosto in una  casa, Tu non sei quello che Mi ha detto l’Angelo,  vattene. Avrebbe dovuto fare così la Madonna, sì o no?   Ma Lei, illuminata dalla sapienza di Dio accoglieva e credeva e capiva che anche lì mentre lavorava nel nascondimento, Lui preparava un Regno e che si sarebbe veramente seduto sul Trono di Davide, però non era il Trono che tutti aspettavano, cominciando dal popolo di Israele. Non era il Trono indicato dalle Parole dell’Angelo, se l’avesse inteso letteralmente. Fratelli Sacerdoti, il Trono era  la CROCE : -Quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a Me-  Ed  allora ecco proprio perché Lei  ha colto queste Parole, perché illuminata dallo Spirito della Sapienza di Dio vi credeva, lo Spirito sempre più l’aiutava a comprendere il significato  nascosto, profondo di questa profezia. Certo avrebbe regnato, ma Gesù dice davanti a Pilato:- Il Mio Regno non è di questo mondo, certo sarebbe salito sul Trono e il Trono era  la CROCE e lì sulla Croce ci otteneva il Dono della Redenzione.  Vedete come anche  queste parole dell’Angelo hanno un significato ancora più profondo di quello che potevano esprimere letteralmente a Maria, la quale accostandosi con umiltà e procedendo con eroismo sul cammino della fede, ricorda l’Enciclica Redemptoris Mater di Giovanni Paolo II,  arriva a comprendere il significato profondo e vi aderisce totalmente.

    Allora cerchiamo anche noi di comprendere il significato  profondo di questo messaggio: -Qui la Madonna dice: avverrà il Trionfo del Mio Cuore Immacolato. Per prima cosa dobbiamo avere una idea chiara su che cosa consiste il Trionfo del Cuore Immacolato.

La Madonna ha predetto il Trionfo, avverrà il Trionfo del Suo Cuore Immacolato, noi lo attendiamo, anzi lo attendavamo per la fine del 2000, ma ci siamo mai domandati cosa vuol dire il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria?

  Allora vorrei chiedere a voi, in che cosa consiste, cosa vorrà dire la Mamma parlando del Trionfo del  Suo Cuore Immacolato. Qualcuno mi può rispondere, provate a dirmelo?

 Il trionfo del Suo Cuore Materno, il trionfo del Cuore, però il Suo Cuore immacolato è  Cuore di una Madre;  allora io mi domando quando il cuore di una madre è così riempito di gioia, da dire : - talmente contento , pieno di gioia che trionfo, quando il cuore di una madre può dire così?  Quando il figlio trionfa. Io faccio tante volte queste domande alle mamme, le quali in genere sono le più numerose nei nostri Cenacoli, mi ricordo a Loreto con la Basilica strapiena di gente, ebbene :-le mamme presenti alzino la mano, erano quasi tutte mamme,  scusate ditemi voi, quando voi potete dire : -il mio cuore è pieno di gioia che trionfa,  ma quando trionfa mio figlio, quando vedo che mio figlio sta bene, quando vedo che a mio figlio gli vanno bene tutte le cose, che trovi una brava giovane, che si sposino cristianamente, che formino una bella famiglia, quanto più mio figlio si realizza, è contento, tanto più il mio cuore è contento, tanto più il mio cuore trionfa. Allora, dobbiamo essere tutti d’accordo su questo fatto che il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, essendo trionfo del Cuore Materno può avvenire solo nel Trionfo di Suo Figlio. Allora  già qui si capisce una cosa che in questa frase, sono  messi insieme tanti elementi che alludono a questo trionfo, ma che ci fanno capire che questo trionfo non è un trionfo che avviene dalla sera alla mattina, non è un trionfo che avviene dalla notte al giorno, ci sarà anche questo aspetto, ma sarà l’ultimo, perché qui parla:- ti confermo che per il Grande Giubileo del 2000….. : Qui evidentemente si vede che non può essere tutta una cosa unita, insieme, che dall’oggi al domani c’è questo Trionfo,  Gesù nella Gloria, ma sono elementi che si sviluppano gradualmente, ecco il punto : questo Trionfo del Cuore Immacolato di Maria avviene gradualmente, il perchè?  Ma perché proprio il Trionfo di Suo Figlio avviene gradualmente  e avviene, prima ancora che in una forma cosmica, questa è l’ultima parte, è l’ultimo tempo, quando Cristo tornerà nella Gloria e farà i Cieli Nuovi e la Nuova Terra, questo sarà la fine del Trionfo, quando ci sarà questo cambiamento cosmico,perché Cristo sarà perfettamente glorificato, però prima c’è un Trionfo di Maria che corrisponde al Trionfo che Cristo ha nel Cuore  nell’anima nella vita dei suoi figli. E qui comprendete come questo trionfo deve essere graduale, per esempio, quelli che sono rimasti così  toccati da questa frase, perché non leggono un’altra frase del messaggio del 13 maggio 1992, dice così : “Voi siete i segni della Mia Presenza nei tempi della prova dolorosa, che prepara il trionfo del Mio Cuore Immacolato nel mondo, infatti attraverso il Mio Movimento Sacerdotale Mariano, io chiamo tutti i Miei figli a consacrarsi al Mio Cuore, a  diffondere ovunque i Cenacoli di preghiera…  in questa maniera…io posso intervenire  per cambiare il cuore dei Miei figli peccatori, così mi costruisco ogni giorno il Trionfo del Mio Cuore Immacolato .  Quindi vedete è graduale, lo costruisce ogni giorno, … affinché possano accogliere Cristo nella loro vita e vivere per Lui, così mi costruisco ogni giorno il Trionfo del Mio Cuore immacolato. Quanto più questo Mio materno trionfo avviene nel cuore dei miei figli in numero sempre più grande, tanto più viene da voi allontanato  il castigo e Gesù può effondere sul mondo il torrente della Sua Divina Misericordia”.

              Quando io ho cercato di dare  al “per”, non è che ero del tutto convinto, poiché dicevo: -per il Grande Giubileo, vuol dire  “durante”, però quando non è avvenuto mi hanno detto: -cerca di salvarti almeno in corner,  dì che il “per” può avere un effetto causale, cioè “a causa del Grande Giubileo”.   Ma se questo è vero, che cosa dice la Madonna : - quanto più può operare nell’anima e nei cuori per trasformarli, e dice :- quanto più questo Mio Materno Trionfo avviene nei cuori e nelle anime, tanto più viene allontanato da voi il castigo. In questo senso, tutta la Grazia che è scesa a causa del Grande Giubileo, pensate al raduno dei giovani a Tor Vergata, pensate a tutti gli ammalati, pensate ad una forza che è stata data, forse per un intervento della divina Misericordia la prova dolorosa è stata spostata, perché il Regno glorioso di Cristo non può avvenire in una umanità così com’è. Per cui quando si dice a causa è anche in parte vero, però c’è un altro significato ancora più profondo riferito al Grande Giubileo, perché è vero che c’è stato un trionfo accentuato durante il grande Giubileo : il trionfo del Cuore Immacolato predetto a Fatima, si realizzerà con il Ritorno di  Cristo nella Gloria, con questa Glorificazione di Cristo cosmica, quando vedremo i Cieli Nuovi e la terra Nuova.

    Andiamo avanti nell’approfondire il senso di questa frase. Possiamo domandarci, se questo è il portare il trionfo nei cuori e nelle anime, questo trionfo la Madonna lo ha cominciato dal Cenacolo e lo ha continuato sempre per duemila anni nella Chiesa, la sua azione materna si è sempre svolta nel cambiare la vita e il cuore dei Suoi figli, perché portasse Gesù nel cuore dei Suoi figli. Allora cominciamo a dire, perché la Madonna comincia a parlare del suo trionfo a Fatima….. Perché proprio nell’anno in cui Lei appare a Fatima, nello stesso anno il Suo avversario, satana, che è l’avversario di Cristo, appare in maniera forte per opporsi a Cristo e per portare via l’umanità da Cristo e per rubare a questa umanità il dono della salvezza che Cristo gli ha meritato sul Calvario con la Sua Passione e Morte sulla Croce. Difatti  1917 appare la Madonna, nel 1917 c’è la rivoluzione russa, proprio nello stesso anno, e qui il comunismo ateo s’incarna in un potere politico,la Russia  proteso a dominare e  a conquistare il mondo con tutta la forza militare, politica come effettivamente è stato durante  gran parte del secolo ventesimo. Dunque appare in tutta la Sua potenza il dragone che si oppone a Dio e questo drago  si forma la sua schiera e come si forma la sua schiera, cercando di formarsela con i più forti , con i più potenti, i più ricchi, con quelli che contano e a tutti i livelli, politico, sociale, potrebbe darsi anche a livello ecclesiastico, con quelli che contano di più e perché? E’ chiaro, perché lui è spirito cattivo, però intelligentissimo, allora fa il ragionamento:- voglio vincere la battaglia, devo avere la schiera più forte, per formarmi la schiera più forte mi associo tutti i grandi, quelli che contano di più, quelli che hanno in mano il potere, quelli che hanno in mano l’economia, i mezzi della comunicazione sociale, attraverso quella organizzazione potente della  massoneria, che è una schiera satanica, e che mai come oggi agisce per portare via l’umanità da Dio. Dopo settant’anni finalmente per intervento del Cuore Immacolato di Maria, è caduto il comunismo, come sistema politico, ma questo ha prodotto  un male ancora più grande, perché prima veniva diffuso l’ateismo teorico con la forza politica, anche sul piano filosofico, l’ateismo filosofico faceva buchi da tutte le parti, non si regge. Però attraverso l’ateismo teorico, si è giunti all’ateismo pratico, che ha contaminato tutta l’umanità in maniera indolore, dando l’impressione all’umanità di essere libera anzi di raggiungere il culmine della sua libertà, mai così libera, l’uomo è libero e in nome di questa libertà si è costruita una nuova civiltà senza Dio, questa civiltà è  civiltà pagana, materialista, aperta soltanto ai valori materiali: mangiare, bere, divertirsi stare bene, in tute le maniere, chiusa a qualsiasi valore spirituale e soprannaturale, quasi che la vita fosse un’esperienza   da consumarsi qui, qui tutta in fretta  cercando di spremere più gioie  più piaceri di quello si può perché tutto  finisce qui, poi edonista alla ricerca del piacere.

 E così noi vediamo come questa umanità sia allontanata da Dio e ha costruito una civiltà senza Dio e si è data una legge morale nuova fatta da questa umanità pagana, in cui al posto della legge di Dio si è costruita una legge contraria alla legge di Dio; la legge di Dio viene oggi giorno vilipesa  calpestata violata, l’umanità vive sotto questo peso…..Quali sono le caratteristiche di questa umanità: l’egoismo, le guerre che minacciano sempre di più, la mancanza di amore verso il prossimo, i più fragili, i più poveri vengono sempre più abbandonati”.